Mark Zuckerberg rinnova il suo impegno per migliorare la gestione della privacy all’interno delle sue applicazioni, annunciando una rivoluzione per le sue applicazioni WhatsApp, Messenger e Instagram che in futuro potranno dialogare tra loro. In realtà, quanto affermato dal fondatore e CEO di Facebook era già stato anticipato da alcune precedenti indiscrezioni ma la conferma ufficiale evidenzia come il più grande social network della rete abbia deciso di porre le basi per mettere al centro dei suoi interessi la difesa della privacy dei suoi utenti. Questo non significa che verrà meno l’impegno sui social network ma piuttosto c’è la volontà di realizzare una piattaforma più semplice e sicura per tutti coloro che vogliono comunicare privatamente.

Oggi, tra WhatsApp, Messenger e Instagram c’è una netta separazione dovuta al fatto che trattasi di tre applicazioni ben distinte. In futuro, le cose cambieranno sensibilmente e le persone potranno collegare i tre account per poter comunicare tra di loro da un unico luogo. Non sarà dato nessun obbligo e gli utenti potranno sempre decidere di mantenere separate le tre applicazioni.

L’unificazione, secondo Mark Zuckerberg, porterà grandi vantaggi soprattutto in ottica di sicurezza e di privacy. Per esempio, gli SMS potranno disporre della crittografia end-to-end e su WhatsApp si potrà essere raggiunti senza la necessità di dover condividere il numero di telefono. Si potrà, per esempio, comunicare da Messenger per contattare un amico su WhatsApp o su Instagram e viceversa senza problemi e con la massima sicurezza.

Mark Zuckerberg vuole quindi creare una sorta di “salotto” digitale dove le persone potranno comunicare in tutta sicurezza e senza rischi per la loro privacy.

Questa rivoluzione non arriverà subito, ovviamente. Ci sono diversi problemi tecnici da superare ma l’obiettivo a cui punta nel lungo periodo la società di Zuckerberg è proprio questo.