A seguito della decisione di Google di togliere la licenza Android a Huawei, la casa cinese ha accelerato lo sviluppo di HongMeng, il suo sistema operativo proprietario per dispositivi mobile su cui lavora dal lontano 2012 e che potrebbe rimpiazzare il sistema operativo di Big G già entro la fine del 2019 anche se una data ufficiale sul suo debutto non è stata comunicata. Ma questa nuova piattaforma ha bisogno del supporto di altre società per diventare una vera alternativa ad Android. Se altri produttori dovessero decidere di abbracciarla, questa piattaforma potrebbe diventare trovare spazio anche a livello internazionale.

Secondo Global Times, alcuni produttori di smartphone cinesi tra cui Xiaomi e OPPO starebbero testando il sistema operativo HongMeng di Huawei. Se l’indiscrezione dovesse risultare esatta, HongMeng potrebbe uscire dal mercato cinese e crescere rapidamente anche perché oltre a Huawei, sia Xiaomi che Oppo sono tra i 6 principali produttori di smartphone.

Ovviamente, senza conferme ufficiali, queste indiscrezioni devono essere prese con le dovute cautele ma se fossero confermate, il sistema operativo che sta sviluppando Huawei potrebbe risultare una bella sorpresa e consentire al costruttore cinese di guadagnare una piena indipendenza da Google, continuando ad offrire ai suoi clienti smartphone perfomanti con funzionalità alla pari di quelle che sono presenti sui prodotti con il sistema operativo di Big G.

Un sistema operativo che potrebbe, progressivamente, dare del filo da torcere a quello di Google, diventando una vera e concreta alternativa. Non rimane che attendere le mosse di Huawei nei prossimi mesi.