Xiaomi Mi Max 3 è ufficiale. Trattasi di un maxi phablet Android che avvicina ancora di più i confini tra un telefono, per quanto smart, ed un tablet pc. Questo sicuramente interessante prodotto, infatti, dispone di un display da ben 6,9 pollici che, per forza di cose, genera un aumento sensibile delle dimensioni complessive (176,15 × 87,4 × 7,99 mm per 221 grammi), per quanto Xiaomi abbia lavorato per ridurne le cornici.

Dal punto di vista del design spicca, come detto, il grande lavoro dell’azienda cinese per ridurre le cronici laterali per contenere le dimensioni complessive. Il corpo è in metallo e le persone potranno scegliere tra più colorazioni: Meteorite Black, Dream Gold e Dark Blue. Per quanto concerne la scheda tecnica, Xiaomi Mi Max 3 dispone, come anticipato, di un generoso display da 6,9 pollici IPS Full HD+ (1.080 x 2.160 pixel, 18:9).

Xiaomi ha scelto, come processore, il modello Qualcomm Snapdragon 636 con GPU Adreno 509, abbinato a 4 o a 6GB di memoria RAM. La memoria interna può essere di 64 o 128GB. Per quanto riguarda, invece, il comparto fotografico, il phablet Xiaomi Mi Max 3 dispone di una doppia fotocamera posteriore con un sensore da 12 megapixel sony IMX363, (f/1.) coadiuvato da un secondo sensore da 5 megapixel. Frontalmente, per i selfie, spicca un sensore da 8 megapixel con soft LED flash (f/2.0).

Ovviamente non mancano tutti quei supporti oggi indispensabili come 4G, Wi-Fi 802.11ac, Bluetooth 5.0 e USB Type-C. Presente anche il sensore per le impronte digitali sul retro della scocca. Nessun problema sul fonte dell’autonomia grazie ad una generosa batteria da 5500 mAh che supporta la ricarica rapida. Il sistema operativo è Android Oreo 8.1 con interfaccia MIUI. Sarà da oggi in vendita in Cina a partire da 1699 yuan, cioè da circa 210 euro. Prezzi e disponibilità internazionali non sono ancora stati annunciati.