Tutti coloro che usano Windows, anche i meno esperti, sanno una cosa e cioè che un drive USB, come una chiavetta, non può essere scollegato senza effettuare la procedura di “rimozione sicura” dell’hardware. In caso contrario, c’è sempre il rischio che il drive, come una chiavetta, possa danneggiarsi. Un procedura che in realtà effettuano molte poche persone ma che adesso non sarà più necessaria. Microsoft, infatti, ha fatto sapere che questa accortezza non sarà più obbligatoria e che gli utenti potranno scollegare i loro drive USB senza troppi problemi.

Questa novità è arrivata in maniera silenziosa all’interno di Windows 10 October 2018 Update. L’ultima declinazione di Windows 10 ha, infatti, abilitato di default l’opzione “rimozione rapida” che permette di scollegare una periferica USB in ogni momento e senza alcuna procedura particolare. La modifica introdotta da Microsoft fa in modo che Windows non continui a tentare di scrivere all’interno della periferica. Una procedura potenzialmente pericolosa se l’utente decideva di rimuovere all’improvviso la periferica senza utilizzare la procedura di rimozione sicura dell’hardware che permetteva di disabilitarla prima di rimuoverla fisicamente.

Ora questo rischio non c’è più e gli utenti potranno gestire le loro periferiche USB senza alcun problema. Un piccolo dettaglio sicuramente molto interessante che servirà soprattutto a preservare l’integrità di tante chiavette USB utilizzate forse con troppa disinvoltura da parte degli utenti.

Tale novità forse poteva arrivare anche prima vista la diffusione delle periferiche USB ma bene ha fatto Microsoft finalmente ad introdurla. Come detto, questa novità è all’interno di Windows 10 October 2018 Update. Questo significa che basterà installare l’ultima grande versione del sistema operativo del gigante del software per poterne disporre automaticamente.