Ebay, Visa, Mastercard, Stripe e Mercado Pago hanno deciso di lasciare la Libra Association, cioè l’organizzazione creata da Facebook per gestire Libra, la cripotavaluta che la società di Mark Zuckerberg aveva deciso di creare. Questo annuncio molto importante per il futuro di questa valuta digitale arriva a pochi giorni dalla decisione di PayPal di fare la stessa cosa. A questo punto è palese che sia in atto una grande fuga da Libra, un progetto che, adesso, si fa molto incerto.

Questi annunci arrivano in un momento molto delicato per il progetto di Facebook. Oggi, 14 ottobre, è in agenda a Ginevra il primo incontro ufficiale della Libra Association in cui saranno nominati i membri del consiglio di amministrazione.

Incontro che getterà le basi per l’audizione di Mark Zuckerberg del 23 ottobre davanti al Comitato dei servizi finanziari della Camera degli Stati Uniti dove si parlerà proprio di Libra.

Il progetto estremamente innovativo proposta da Facebook aveva da subito generato molti dubbi e malcontenti, soprattutto in ambito politico. Molti avevano puntato il dito soprattutto sul rischio che questa cripotavaluta basata sulla blockchain potesse rompere i delicati equilibri finanziari mondiali. In particolare, alcuni esponenti del mondo politico americano avevano iniziato a fare pressioni su alcune aziende che avevano aderito alla Libra Association esponendo tutti i loro dubbi sul progetto.

Preoccupazioni che sembra che le aziende, alla fine, abbiano fatto loro visto che molti big che avevano deciso di aderire alla Libra Association hanno deciso di uscirne.

A dare il via alla grande fuga da Libra è stata sicuramente PayPal che lo scorso 5 ottobre con una breve nota aveva annunciato l’uscita dal progetto.

A breve distanza sono arrivati gli annunci pure di eBay, Visa, Mastercard, Stripe e Mercado Pago. Il motivo ufficiale è più o meno sempre lo stesso e cioè che le aziende sono impegnate a lavorare sul miglioramento dell’esperienza di pagamento dei propri clienti. Riguardo a Libra, le aziende continueranno a seguire la sua evoluzione e rimangono sempre aperte ad un’eventuale collaborazione in futuro.

Il progetto di Libra sembra continuare comunque, tuttavia l’uscita di questi big sicuramente complicherà la nascita di questa valuta digitale.