FaceApp è il fenomeno di questa estate, merito soprattutto dell’eco sui social network, enfatizzato pure dalle celebrity che hanno deciso in massa di utilizzare quest’applicazione e di partecipare alla Challenge che ne è derivata. FaceApp non è un’applicazione nuova, anzi, è stata lanciata nel 2017. Grazie all’utilizzo dell’intelligenza artificiale, l’app permette di “invecchiare” artificialmente i volti delle persone. A seguito di una serie di recenti aggiornamenti, l’app è diventata molto più precisa ed è in grado di garantire risultati a dir poco realistici.

Ne è sorta, quindi, la FaceApp Challenge, una particolare “sfida” che vede le persone condividere sui social network come Facebook, Instagram e Twitter le foto con i propri volti “invecchiati”.

FaceApp: come si usa

Usare FaceApp è davvero molto semplice. L’applicazione è disponibile al download gratuito attraverso l’App Store di Apple ed il Play Store di Google. Tutto quello che gli utilizzatori devono fare, è scattarsi un selfie ed applicare uno dei molti filtri messi a disposizione nell’app. Filtri che permettono di modificare l’immagine grazie all’utilizzo di sofisticati algoritmi di intelligenza artificiale. La foto viene caricata sul cloud e rielaborata per poi riproporla modificata. Uno di questi filtri permette, appunto, di poter invecchiare i volti delle persone. Non tutti i filtri, però, sono gratuiti. Per disporre dei migliori è necessario mettere mano al portafogli ed acquistarli a parte.

In ogni caso, il risultato, come detto, è davvero sbalorditivo, merito degli ultimi affinamenti dell’app. I volti invecchiati delle persone sembrano davvero reali, rughe comprese. La FaceApp Challenge ha davvero coinvolto tutti e sui social network è possibile trovare migliaia di immagini condivise, con quelle delle celebrity su tutte che in alcuni casi sono diventate virali.