Sky Italia potrebbe debuttare come operatore di telefonia fissa e mobile a partire dalla prossima primavera. La notizia giunge da “Il Fatto Quotidiano” che anticipa questo importante progetto della società che in Italia offre una piattaforma televisiva via satellite. In realtà, quanto affermato dal quotidiano italiano non è propriamente inedito. Già in passato, infatti, si erano rincorse voci della possibilità che Sky potesse lanciare servizi di connettività ma questa strada era stata seguita solo in Inghilterra e non in Italia.

I tempi, dunque, sembrerebbero adesso maturi per lanciare servizi di rete fissa e mobile anche in Italia. La fonte riporta che Sky potrebbe creare una società ad hoc che si occuperebbe delle offerte commerciali. Sul fronte mobile, Sky dovrebbe operare come operatore virtuale appoggiandosi alle reti di TIM e Vodafone. Non è chiaro, però, se la società sceglierà una forma come Full MVNO oppure come un più semplice Esp MVNO. Per quanto riguarda, invece, l’offerta di connettività di rete fissa, Sky Italia si appoggerà alla rete si Open Fiber. Al riguardo, si ricorda che le due società, ad inizio anno, avevano già firmato un accordo di collaborazione che avrebbe permesso a Sky Italia di offrire servizi a banda ultralarga su fibra ottica dall’estate del 2019.

Se le indiscrezioni dovessero risultare esatte, dalla prossima primavera arriverà in Italia un nuovo player in grado di dire la sua. Il punto di forza, infatti, sarà nella possibilità di poter includere nelle offerte di rete fissa e mobile i servizi televisivi, creando, così, pacchetti potenzialmente molto appetibili per chi cerca una soluzione all in one con connettività e intrattenimento.

Non rimane, dunque, che pazientare e scoprire cosa succederà con la certezza che se Sky Italia sta iniziando a muoversi nel mercato della telefonia, sicuramente nei prossimi mesi emergeranno ulteriori informazioni.