Microsoft porta ad un nuovo livello la Mixed Reality annunciando il nuovo visore HoloLens 2 al Mobile World Congress 2019 di Bacellona. Trattasi di un prodotto completamente nuovo, progettato per superare tutti quei limiti che caratterizzano l’attuale HoloLens di prima generazione. Innanzitutto, la casa di Redmond ha lavorato per rendere i visore molto più comodo da utilizzare, soprattutto durante le lunghe sessioni di utilizzo. Per farlo, ha utilizzato materiali leggeri come la fibra di carbonio ed ha bilanciato il baricentro.

Grande è stato anche il lavoro per affinare le prestazioni di questo visore per la Mixed Reality. Microsoft ha migliorato sensibilmente il campo visivo del visore che è uno dei problemi dell’attuale modello. Nonostante l’ampliamento del campo visivo, la densità olografica è rimasta sempre la stessa.

Il gigante del software ha migliorato moltissimo anche l’interazione con gli ologrammi. Sfruttando il nuovo sensore di profondità e l’intelligenza artificiale, le persone potranno gestire gli ologrammi in tempo reale come se stessero toccando oggetti fisici reali.

Chi indosserà il visore potrà sfruttare pure il riconoscimento dell’iride per sbloccarne l’accesso grazie alla compatibilità con Windows Hello. Tra le altre novità tecniche una fotocamera da 8 MP, un sistema che permette di alzare facilmente il visore, il sensore Azure Kinect e soprattutto il processore Snapdragon 850 che è diventato il cuore pulsante di HoloLens 2.

Questo visore è sempre destinato agli ambienti business e potrà godere dei vantaggi di applicazioni come Dynamics 365 Remote Assist, Dynamics 365 Layout e Dynamics 365 Guides. HoloLens 2 sarà disponibile quest’anno ad un prezzo di 3.500 dollari. I primi a poterlo avere saranno le aziende che si trovano negli Stati Uniti, Giappone, Cina, Germania, Canada, Regno Unito, Irlanda, Francia, Australia e Nuova Zelanda.