Motorola ha ufficializzato l’arrivo in Italia devi nuovi Moto G6 Play e Moto Z3 Play. Motorola Moto G6 Play è già disponibile nei negozi ad un prezzo consigliato di 199 euro. Motorola Moto Z3 Play, invece, arriverà tra poco e precisamente a fine giugno al prezzo di 499 euro.

Motorola Moto G6 Play

Presentato lo scorso aprile in Brasile, trattasi di un prodotto entry level che, comunque, dispone di specifiche tecniche interessanti. Questo smartphone Android dispone di un display LCD 18:9 da 5,7 pollici con risoluzione HD+. Cuore pulsante il processore Qualcomm Snapdragon 430 con GPU Adreno 505. In Italia arriverà la versione con 3GB di RAM e 32GB di storage espandibile attraverso le memorie MicroSD sino a 128GB. Discreto il comparto fotografico con una cam posteriore da 13MP ed una cam anteriore, per i selfie, da 8MP. Ovviamente presenti tutti quei sensori e supporti oggi immancabili come WiFi, LTE, GPS e Bluetooth. Davvero capiente la batteria che con 4000 mAh dovrebbe garantire una lunga autonomia. Sistema operativo Android Oreo in versione quasi stock.

Motorola Moto Z3 Play

Trattasi di uno smartphone Android di fascia media con alcune caratteristiche davvero molto interessanti. Motorola Moto Z3 Play si caratterizza per un brillante display SuperAmoled da ben 6 pollici con risoluzione FullHD+ e aspect ratio da 18:9. Il “motore” di questo prodotto è il processore Qualcomm Snapdragon 636 con GPU Adreno 509, 4GB di RAM e 64GB di storage espandibile attraverso memorie MicroSD. Molto interessante il comparto fotografico con una doppia fotocamera posteriore da 12MP e 5MP e con una camera frontale, per i selfie, da 8MP. Presente il sensore per le impronte digitali e tutto quanto non può mancare per un prodotto di questo livello come il WiFi, il Bluetooth, il GPS e l’LTE.

Batteria da 3000 mAh e Android Oreo 8.1. Da evidenziare la compatibilità con i Moto Mods, accessori che permettono di espandere le funzionalità dello smartphone. Nella confezione di vendita sarà incluso il modulo Battery Pack che permette di ampliare l’autonomia complessiva.