Huawei ha annunciato ufficialmente che il prossimo 19 di settembre svelerà la nuova gamma Mate 30. L’evento si terrà a Monaco di Baviera. Un appuntamento importante perché sottolinea come la casa cinese voglia continuare sulla sua strada nonostante il ben noto problema del ban imposto dall’amministrazione Trump.

Infatti, alcuni recenti rumors sottolineavano come Huawei avrebbe potuto rimandare il lancio della gamma Mate 30. Ma Huawei ha deciso di “tirare dritto” e di procedere comunque con la presentazione dei suoi nuovi smartphone Android.

Se non si dovesse arrivare ad una qualche forma di nuovo accordo con gli americani, il rischio è che i Huawei Mate 30 debbano essere commercializzati privi delle app e dei servizi Google. Ma non solo, perché in questo caso la commercializzazione di questi dispositivi potrebbe avvenire solamente in Cina.

Nella speranza che qualcosa a livello politico si muova, secondo le più recenti indiscrezioni, i nuovi Huawei Mate 30 disporranno del processore Kirin 990 (processo produttivo a 7nm EUV), evoluzione dell’attuale Kirin 980. Il nuovo processore disporrà del supporto alle reti 5G anche quelle Standalone.

La famiglia di questi dispositivi dovrebbe essere inoltre declinata dei modelli Mate 30 e Mate 30 Pro. Il Pro, in particolare, si dovrebbe caratterizzare per un pannello OLED da 6,7 pollici.

Molto cura dovrebbe essere stata data anche al comparto fotografico su cui Huawei punta da molto tempo su tutti i suoi prodotti di ultima generazione.

Tutti i dettagli saranno svelati il prossimo 19 di settembre e per allora si scoprirà anche se questi smartphone potranno essere venduti in Europa.