Google avrebbe sospeso la licenza Android a Huawei. Nella giornata di ieri, Reuters ha condiviso un report “bomba” sull’ennesimo capitolo del braccio di ferro tra il Governo Americano e l’azienda cinese. Come diretta conseguenza del divieto imposto da Trump a Huawei nel poter acquistare tecnologia americana oltre al divieto di vendere le proprie infrastrutture nel Paese, Google avrebbe deciso di sospendere la licenza Android a Huawei.

Per l’azienda cinese trattasi di un colpo durissimo. Anche se una conferma ufficiale non è stata data, la notizia è stata poi confermata anche da altre importanti ed affidabili fonti giornalistiche. Se sarà davvero confermato che Google ha ritirato la licenza Android a Huawei, questo significa che la società perderà da subito l’accesso agli aggiornamenti di sistema di Android. Inoltre, tutti i futuri smartphone commercializzai al di fuori dei confini cinesi, un problema che tocca anche l’Europa, perderanno l’accesso ai servizi di Google come Gmail e il Play Store.

Huawei continuerebbe a poter accedere alla versione AOSP di Android, quella concessa su licenza Open Source. Google sospenderebbe anche il supporto tecnico. L’impatto maggiore di questa decisione si avrebbe in America e in Europa dove gli smartphone perderebbero sin da subito la possibilità di essere aggiornati a nuove release. Nessun problema, invece, sul mercato cinese dove le app di Google non sono presenti e sono sostituite da soluzioni analoghe.

Ovviamente si attendono comunicazioni ufficiali per capire esattamente le posizioni delle due società. Se Huawei perderà davvero la licenza di Android, potrebbe dedicarsi a quel progetto parallelo di cui si vociferava da tempo e cioè ad un sistema operativo proprietario che comunque sarebbe oggi ben lontano dall’essere pronto.

Inoltre, non avere accesso ad Android su cui oggi girano la maggior parte delle app potrebbe rappresentare, comunque, una lacuna incolmabile. Inoltre, per Huawei ci sarebbe anche il problema di come costruire gli smartphone visto che al ban di Google si sarebbero aggiunti anche quelli di Intel, Qualcomm, Broadcom ed altre azienda americane. Società che averebbero deciso di sospendere i contratti di fornitura proprio a seguito di quanto deciso dal Governo americano.

Nessuna menzione, al momento, sulla posizione di Microsoft che fornisce le licenze Windows 10 a Huawei.

Di seguito il comunicato ufficiale di Huawei:

Huawei ha dato un contributo sostanziale allo sviluppo e alla crescita di Android in tutto il mondo. Come uno dei principali partner globali di Android abbiamo lavorato a stretto contatto con la loro piattaforma open source per sviluppare un ecosistema che ha avvantaggiato sia gli utenti che l’industria. Huawei continuerà a fornire aggiornamenti di sicurezza e servizi post-vendita a tutti gli smartphone e tablet Huawei e Honor esistenti che coprono quelli già venduti o ancora disponibili a livello globale. Continueremo a costruire un ecosistema software sicuro e sostenibile, al fine di fornire la migliore esperienza a tutti gli utenti a livello globale.