Nuova maxi multa in arrivo per Google per aver violato la privacy dei bambini su YouTube. Big G, infatti, ha trovato un’intesa con la Federal Trade Commission sull’accusa di aver violato la legge Children’s Online Privacy Protection Act. In breve, questa legge vieta che in alcun modo possano essere raccolti i dati dei bambini sotto i 13 anni.

YouTube, dunque, è stato accusata di aver spiato i bambini per raccogliere senza consenso i dati su di loro per poter, poi, inoculare precisi messaggi pubblicitari. Google, dunque, avrebbe ottenuto dei precisi vantaggi economici arrivando a diffondere messaggi pubblicitari ad hoc, cosa che dovrebbe essere vietata.

La scoperta di questa violazione ha fatto scattare un immediato reclamo alla Federal Trade Commission da parte di oltre 20 studi legali e associazioni dei consumatori.

Come riporta il Washington Post, l’inchiesta si sarebbe adesso chiusa con un accordo milionario tra Google e la Federal Trade Commission. Nulla si sa, al momento, sulla cifra della multa che, come detto, sarà piuttosto elevata. L’ufficialità arriverà solamente quando il Dipartimento di Giustizia avrà firmato ed approvato la sanzione. Un atto solitamente scontato ma che può richiedere un po’ di tempo.

Dopo Facebook, la Federal Trade Commission ha chiuso un’altra inchiesta molto importante sempre riguardante la privacy degli utenti sul Web. Da evidenziare che da alcune settimane Google ha iniziato a pensare di spostare i contenuti dedicati ai bambini all’intero di YouTube Kids in modo da creare un ambiente totalmente sicuro.