L’appuntamento del Google I/O 201 ha mantenuto tutte le promesse. Google ha approfittato della conferenza per gli sviluppatori per illustrare tutte le principali novità che arriveranno nel corso dei prossimi mesi.

Android P

Android P finalmente è ufficiale anche se oramai le prime preview sono nelle mani degli sviluppatori da parecchi mesi. Android P non punta a voler rivoluzionare Oreo ma bensì a migliorarlo ed a ottimizzarlo. Tra gli elementi più importanti del suo nuovo sistema operativo per dispositivi mobile l’intelligenza artificiale che ora riveste un ruolo centrale all’interno della piattaforma.

Tra le ulteriori novità l’introduzione di un sistema di gestione dell’interfaccia basta sulle gesture, un importante aggiornamento al menu delle notifiche e nuovi Toggle per le impostazioni rapide. Miglioramenti sono stati apportati anche alla gestione dei consumi. Novità anche per il comparto multimediale con l’arrivo del supporto al profilo HDR VP9 Profile 2 che permetterà di vedere in HDR i video su YouTube ed altre fonti. Arrivano anche le nuove Multi-camera API per gestire al meglio i dispositivi dotati di più di due fotocamere. Android P introduce anche alcune novità per la gestione dell’audio. Presenti anche il supporto al Notch nativo e il supporto alle API Vulkan 1.1. Non mancano poi tante altre novità di contorno e la distribuzione di nuove API che potranno essere sfruttate dagli sviluppatori nelle loro applicazioni.

Android P è disponibile in beta per molti smartphone ma non è chiaro quando avverrà il suo rilascio finale.

Google News

Al Google I/O 2018 Big G ha anche annunciato un restyling completo di Google News. Trattasi di una versione che utilizza un nuovo insieme di tecniche di intelligenza artificiale per ottenere un flusso costante di informazioni, man mano che queste vengono pubblicate sul web, analizzandolo in tempo reale e suddividendolo per argomenti. Questo approccio fa sì che Google News comprenda le persone, i luoghi e le cose coinvolti in una storia mano a mano che questa evolve, mostrando il modo in cui questi elementi si relazionano tra di loro. Essenzialmente, questa tecnologia consente di sintetizzare le informazioni e metterle insieme in modo da dare un senso a ciò che sta accadendo e comprendere quale ne sia stato l’impatto.

La nuovissima versione di Google News sostituisce sia Google Play Newsstand, per mobile e desktop, sia l’app Google News & Weather su mobile. Il nuovo Google News sarà disponibile per tutti i dispositivi Android, iOS e sul web in 127 paesi a partire dalla prossima settimana.

Google Maps

Grandi novità anche per Google Maps, uno dei servizi più amati di Big G. Google Maps ha subito una profonda rivisitazione ed adesso diventa un’app maggiormente personale, aiutando le persone a trovare più velocemente il luogo dove desiderano andare.

Il tab “Esplora” diventa un luogo dove le persone troveranno tutte le informazioni sulle mete e sui luoghi da visitare. Non mancheranno suggerimenti di luoghi da visitare e dei locali migliori per pranzare o cenare. I suggerimenti saranno dati in base ad un sistema di machine learning che impara i gusti degli utenti.

I luoghi visitati potranno anche essere condivisi con gli altri utenti per una loro valutazione. Il nuovo tab “Per te” offrirà agli utenti informazioni sugli eventi vicini alla zona in cui si trovano.

Tra le novità più interessanti del nuovo Google Maps una funzionalità di realtà aumentata che sovrapporrà alle immagini mostrate attraverso la fotocamera dello smartphone le indicazioni stradali. Queste novità arriveranno per tutti nel corso dei prossimi mesi.

Google Lens, Waymo e le altre novità

Nel corso del Google I/O 2018 sono state annunciate anche tante altre novità. Google Lens presto si evolverà integrando nuove funzionalità come il riconoscimento e l’interazione con il testo, la ricerca in tempo reale dello stile degli oggetti e la possibilità di ricevere in tempo reale informazioni sugli oggetti inquadrati.

Novità anche per la piattaforma di guida autonoma. Google e Waymo hanno mostrato un sistema basato sull’intelligenza artificiale in grado di migliorare di 100 volte la capacità di riconoscimento dei pedoni. Chrome OS, in futuro, supporterà anche le applicazioni Linux, diventando, così, molto più produttivo. Infine, Google ha annunciato anche un nuovo dongle Android TV con supporto 4K e HDR. Al momento non è prevista una sua commercializzazione pubblica.