Facebook sarebbe oramai pronto ad entrare nel settore delle criptovalute e secondo quanto riferisce The Wall Street Journal, il lancio della sua valuta digitale che si dovrebbe chiamare Libra, sarebbe atteso già per questa settimana. Il lancio sarebbe effettuato in grande stile con una serie di importanti partner che avrebbero già deciso di abbracciare la nuova criptovaluta. La fonte cita, tra gli altri, Visa, Mastercard, PayPal, Uber, Stripe e Booking.com.

Queste realtà sarebbero pronte ad investire da subito ben 10 milioni di dollari nella moneta digitale di Facebook. Per l’occasione sarebbe creata anche la “Libra Association” che secondo le intenzioni dovrebbe operare in maniera indipendente da Facebook.

E che il progetto sia di quelli molto seri lo dimostra il fatto che tra le prime aziende a voler entrare nella “Libra Association” ci sarebbero le già citate Visa, Mastercard e PayPal il cui core business sono proprio i pagamenti.

Più nello specifico, la presentazione di Libra potrebbe già avvenire il 18 giugno anche se per il suo debutto vero e proprio sembra che bisognerà aspettare il 2020. Sembra inoltre che questa criptovaluta possa essere collegata alle valute di moneta legale. Una scelta fatta per stabilizzare il tasso di cambio. Uno dei problemi più noti delle criptovalute è proprio la forte oscillazione del loro tasso di cambio.

Una criptovaluta stabile sul fronte del valore potrebbe rappresentare un forte incentivo alla sua adozione. Libra potrebbe poi essere utilizzata anche come moneta digitale all’interno delle app di proprietà Facebook. Ovviamente, per lanciare una criptovaluta vanno superate molte difficoltà tecniche e legali.

Ma se davvero Facebook è pronto a buttarsi nel settore delle criptovalute, lo si scoprirà tra poco più di 24 ore.