Facebook è sempre stato caratterizzato da i “Mi piace“, cioè per la possibilità di poter attribuire una sorta di gradimento ad un post o ad una foto. Nel corso del tempo, però, il numero di “mi Piace” attribuito ai contenuti è diventato fonte di “gelosia” e allo stesso tempo di “imbarazzo”. Da diverso tempo è in atto una vera e propria corsa ad ottenere il numero più alto possibile di “Mi Piace” per elevare il proprio contenuto e renderlo visibile il più possibile all’interno della timeline del social network. Una tattica distorta che spesso va a privilegiare i contenuti di scarsa qualità e a penalizzare quelli più interessanti che, però, magari ottengono pochi “Mi Piace”. Inoltre, ricerche hanno dimostrato che molto utenti possono sentirsi a disagio se i loro post non ottengono un alto numero di interazioni.

Proprio per equilibrare questa situazione, Facebook ha deciso di iniziare a nascondere il numero di “Mi Piace” sui contenuti. Al momento trattasi di una fase di test ma sicuramente arriverà in futuro in pianta stabile all’interno della piattaforma vista che una cosa simile è stata già fatta per lo stesso motivo anche su Instagram.

I test partono dall’Australia. In buona sostanza, gli utenti non potranno vedere pubblicamente il numero di “Mi Piace” attribuito ad un contenuto. Solo l’autore potrà vedere questo dettaglio. Scomparirà anche il numero di visualizzazioni dei video.

L’obiettivo finale, così come su Instagram, è quello di far concentrare sui contenuti di qualità che le persone condividono e non su quelli che mostrano un più alto numero di “Mi piace”.

In questa prima fase saranno valutati i feedback delle persone. Se i test andranno bene, questa funzione sarà resa disponibile sempre ad un più ampio numero di persone.