Campus Party ha lanciato la campagna “Diventa div3rso“. L’edizione italiana del più grande evento mondiale su innovazione e creatività ha lanciato questa nuova iniziativa con l’obiettivo di coinvolgere i talenti italiani all’appuntamento che si terrà dal 24 al 27 luglio a Fiera Milano Rho. La campagna “Diventa div3rso. Diventa te stesso” è rivolta essenzialmente a tutte le menti più brillanti del Paese per riuscire a trasformare l’appuntamento 2019 di Campus Party in un evento con la più alta concentrazione di talenti sul territorio nazionale. Obiettivo dichiarato quello di generare nuove idee e creare nuovi progetti di beneficio per il loro futuro e per quello del Paese intero.

Campus Party, di cui si tiene la terza edizione, è un evento organizzato in collaborazione con la Regione Lombardia. Tre sono le parole chiave: “scoperte, sfide e connessioni”. Nella quattro giorni si celebreranno le grandi conquiste dell’umanità. Nel 2019, infatti, si festeggiano due importanti ricorrenze. La prima prima è il cinquantesimo anniversario della missione Apollo 11 che ha portato l’uomo sulla Luna. La seconda riguarda i 30 anni del World Wide Web che è nato nel 1989.

L’obiettivo principale di Campus Party è quello di creare un unico grande network che coinvolga ragazzi, relatori, aziende partner, Istituzioni e Università con un palinsesto multidisciplinare. Sul palco si alterneranno oltre 250 ospiti tra cui si menzionano i main speaker Aimee Van Wynsberghe, presidentessa e co-founder della “Foundation for Responsible Robotics”, Daniele Bigi, responsabile degli effetti speciali di Industrial Light&Magic, Valeria Cagnina, 17 anni e già eccellenza italiana nel mondo della robotica, tra le 50 donne più influenti nel mondo tech e Gino Strada, chirurgo e Fondatore di Emergency.

Oltre a questi, saranno presenti anche Mattia Barbarossa, diciottenne premiato dall’ESA per il progetto che permette lo scambio di carichi spaziali, Adrian Fartade, divulgatore scientifico e YouTuber, il regista Alessandro Avataneo di Scuola Holden e Alfredo Morresi, Senior Community Manager, Developer Relations di Google.

A supporto dell’evento anche una campagna di comunicazione che utilizza alcuni dei grandi personaggi che hanno fatto la storia del progresso dell’umanità: da Albert Einstein a Frida Kahlo, passando per Ada Lovelace e Leonardo Da Vinci. Nella campagna queste figure sono ribattezzate “Campus Heroes” per rimarcare il collegamento ideale con i campuseros, i giovani partecipanti che metteranno le loro tende in un vero e proprio villaggio in loco con 4.000 postazioni, fornite dall’organizzazione e realizzate in collaborazione con Nexi, la paytech delle banche, main partner dell’evento.

Carlo Cozza, Presidente di Campus Party Global, commenta così l’iniziativa:

Questi ragazzi prima che alle vacanze pensano al loro futuro e al domani del Paese. È davvero la più alta concentrazione di talenti per metro quadro, non solo d’Italia ma anche in tutti i Paesi in cui organizziamo l’evento. Ragazzi che hanno cambiato il proprio Paese offrendo a governi, istituzioni, aziende e università idee e progetti nuovi e dirompenti. È questa la forza di Campus Party: non siamo un semplice evento, ma un’esperienza di vita, con tanta formazione, divertimento ma soprattutto scambi di punti di vista e crescita.