Apple starebbe progettando di lanciare un servizio televisivo in streaming del tutto simile a quello offerto già oggi da Netflix o da Amazon. L’indiscrezione arriva da The Information che evidenzia come questo servizio di streaming dovrebbe essere lanciato già nel 2019 in oltre 100 nazioni di tutto il mondo. In realtà, non è la prima volta che circolano voci su questo ipotetico progetto di Cupertino ma la fonte ribadisce ancora una volta che questo progetto non è solamente ancora vivo e vegeto ma che è in pieno sviluppo.

Se davvero Apple si appresterà a lanciare una piattaforma di streaming televisivo nel 2019 sarà interessante capire come sarà strutturata. L’offerta sicuramente varierà da Paese a Paese come accade già oggi su Netflix, per esempio, a causa dei diversi diritti televisivi che la società riuscirà ad acquistare. Da capire, piuttosto, attraverso quali canali questa piattaforma sarà lanciata. Apple potrebbe sfruttare la sua Apple TV ma è più verosimile pensare che sviluppi anche un’applicazione dedicata. La fonte, comunque, afferma che il primo Paese in cui sarà lanciato il servizio sarà l’America. Un dettaglio, questo, abbastanza scontato anche se la piattaforma arriverà in oltre 100 Paesi poco dopo.

La fonte evidenzia anche che l’offerta commerciale dovrebbe essere un mix tra contenuti gratuiti (per gli utenti Apple) ed a pagamento. Ci saranno esclusive e persino accessi a servizi di terze parti attraverso l’acquisto di pacchetti ad hoc.

Un progetto, al momento, ancora non del tutto chiaro ma all’apparenza estremamente ambizioso. Tutto da valutare il successo che potrà avere questa piattaforma. Già oggi, infatti, il mercato è saturo di piattaforme che offrono servizi televisivi in streaming e quindi l’entrata di un nuovo player per quanto blasonato come Apple non è detto che possa avere effettivamente successo. Se davvero Apple ha in cantiere questo progetto, nei prossimi mesi se ne saprà sicuramente di più.