Troppo caldo avere voglia di lavare e stirare? Per fortuna esiste la tecnologia: per chi è in partenza per la riviera romagnola e ha in programma di rilassarsi sotto l’ombrellone senza pensare al bucato, il consiglio è quello di scaricare sul proprio smartphone la app di Stirapp, la start-upinnovativa pronta a fare il bucato e a togliere le grinze da abiti e camicie rimasti in valigia più tempo del dovuto.
Nato in Emilia Romagna, è l’unico servizio di lava & stiro in Italia presente in località balneari: Stirapp raggiunge non solo Rimini e Riccione, ma anche Misano, Morciano di Romagna e San Giovanni in Marignano.

Basta scaricare l’app sullo smartphone, geolocalizzarsi e selezionare i capi da lavare o da stirare: come prima cosa si potranno valutare costi e offerte, successivamente sarà richiesto l’inserimento dei dati per registrare il proprio “acquisto”. A questo punto, non si dovrà fare altro che indicare il luogo esatto e la data del ritiro e quelli della riconsegna, che Stirapp garantisce entro 48 ore. Una volta affidati i capi al fattorino, ci si potrà godere il mare senza il pensiero della lavatrice o il vapore del ferro da stiro sul viso. All’interno dell’app sarà possibile seguire lo stato di lavorazione dei propri capi, in modo da avere tutto sotto controllo anche mentre si passeggia in riva al mare.

Una soluzione perfetta soprattutto per le famiglie in vacanza: i genitori potranno dedicarsi al divertimento in spiaggia senza preoccuparsi di panni, vestiti e costumi da lavare e stirare.

Per evitare che gli indumenti si sciupino durante il viaggio, Stirapp utilizza inoltre scatole studiate ad hoc, dove ogni abito, lenzuolo o pantalone viene riposto con cura avvolto nella carta velina bianca. Con un occhio all’ambiente, Stirapp incoraggia il riutilizzo del packaging e delle grucce per gli ordini successivi, così da evitare sprechi e ridurre al minimo i costi.

Un servizio pratico, economico e green che sta continuando ad espandere il proprio raggio d’azione: recentemente Servizi Italia – società quotata in Borsa Italiana e principale operatore in Italia nel settore dei servizi integrati di noleggio, lavaggio e sterilizzazione di materiali tessili e strumentario chirurgico per le strutture ospedaliere – ha infatti firmato un accordo per acquisire una quota del 25% di Stirapp, mediante sottoscrizione di un aumento di capitale di complessivi 550mila euro.

Le nuove risorse verranno utilizzate per espandersi nel resto della regione Emilia Romagna e nelle principali città italiane, a partire da Milano e Roma.

“Uno degli obiettivi principali sarà diffondere la nostra struttura sul mercato, diventando anche un punto di riferimento per il settore della GIG economy: di fatto Stirapp è in grado di generare un importante impatto sociale nei territori in cui opera, generando fonti di reddito aggiuntive”, spiega Paolo Gavazza, CEO e co-founder di Stirapp.

Stirapp è disponibile su Google Play e App Store.