Mark Zuckerberg ha la necessità di far tornare a Menlo Park degli ottimi investitori. Per questo non ha esitato a fare un bel viaggetto in Russia. Lì potrebbero esserci molti magnati interessati ad investire su una versione locale del social network blu. Ma c’è qualche problema. 

Zuckerberg, come documenta lui stesso, è andato a Mosca per incontrare il primo ministro russo. Per prima cosa, come al solito, si è fatto una bella foto con la felpa con il cappuccio nella Piazza Rossa, poi ha pranzato da McDonald’s, così per non perdere l’abitudine e alla fine si è messo un abito da cerimonia per incontrare l’esponente politico.

Un incontro, quello tra Dmitry Medvedev e Mark Zuckerberg che non è durato poi tanto visto che hanno trascorso insieme circa 20 minuti. A riportare l’episodio ci ha pensato il New York Times che spiega come sia in ballo una proposta per “portare e promuovere” Facebook anche in Russia.

Al momento, infatti, in questo territorio spopola un altro social network, pensato da Pavel Durov, un ragazzo di 27 anni, originario di San Pietroburgo. Si tratta di VKontakte che riceve moltissimi parere favorevoli dai giovani russi.

La penetrazione di Facebook, dunque, dovrà partire dalla collaborazione con le startup locali “incubate” nella Silicon Valley moscovita.