Forse è ancora un po’ troppo presto (visto che la connettività 5G non è ancora stata attivata) ma ZTE ha deciso di portare al Mobile World Congress di Barcellona il primo smartphone con supporto alla rete LTE 5G.

Stiamo parlando del dispositivo ZTE Gitabit Phone, uno smartphone che sarà in grado di navigare con una velocità pari a 1Gbps. Una scelta che vuole anticipare i tempi, persino un po’ pionieristica: ad eccezione dell’operatore australiano di Telstra, infatti, nessun altro operatore nel mondo ha ancora attivato la connettività 5G.

Dal punto di vista commerciale una decisione un po’ strana, probabilmente azzardata, ma è da interpretare come una volontà da parte di ZTE di mettere le mani avanti. Nei prossimi anni i dispositivi con supporto a 5G saranno moltissimi, e ZTE si vuole evidentemente ritagliare il suo spazio.

Per quanto riguarda le specifiche tecniche, ZTE Gigabit Phone nasconderà sotto alla scocca un processore Qualcomm Snapdragon 835 (lo stesso che verrà equipaggiato sul top di gamma Samsung Galaxy S8) con modem LTE X16, grazie al quale il device potrà navigare alla velocità di 1Gbps. Il vero salto di qualità verrà però fatto con il successore X50 di Qualcom, un modem che permetterà di comunicare ad una velocità massima di 5Gbps.