Zomato, sito web e app per iOS, Android e Windows Phone che fornisce informazioni su oltre 1 milione di ristoranti sparsi in 22 paesi nel mondo, è da oggi disponibile anche in Italia, nelle città di Milano e Roma.

Ma come funziona, Zomato? All’interno del sito Zomato.com/it sono inseriti più di 18mila locali di Roma e Milano, di cui sono registrare coordinate geografiche ma anche menu digitalizzato con tanto di prezzi e le immagini del locale e dei piatti. Presente anche un sistema di filtraggio per categoria che permette di fare una cernita in base a quello che si sta cercando. Interessante la sezione “collezioni”, selezioni tematiche sempre aggiornate che permettono di scoprire le ultime novità gastronomiche.

I clienti dei ristoranti potranno aiutare Zomato a migliorarsi, scrivendo recensioni e condividendo la propria valutazione su locale frequentato con altri utenti. Insomma, Zomato va a sfidare servizi già presenti e consolidati come Yelp o TripAdvisor ma che rispetto a questi due si focalizza solamente sui ristoranti.

“Siamo sicuri che la perfetta integrazione dei contenuti avvenuta in seguito all’acquisizione di Cibando ci consentirà di diventare il primo servizio di ricerca ristoranti in Italia – afferma Deepinder Goyal, fondatore di Zomato – Vogliamo aiutare gli utenti a scoprire nuovi posti ideali dove mangiare e lo faremo in un modo completamente rivoluzionari”.

Siamo felici di poter affermare che insieme, Zomato e Cibando, hanno dato vita oggi alla più grande repository di informazioni sui ristoranti in Italia – ha annunciato Guk Kim, Country Manager di Zomato Italia – Siamo convinti che, grazie alla nostra conoscenza relativa al mercato locale e alla tecnologia che il portale mette a disposizione potremo fornire un importante valore aggiunto a tutti i ristoranti italiani. Siamo entusiasti del fatto che l’integrazione del nostro prodotto è avvenuta senza ostacoli e molto velocemente: questo è solo il primo passo di un nuova avventura che ci vedrà assoluti protagonisti sul mercato”.