La famosa piattaforma multimediale per la condivisione di video YouTube ha in programma una vera e propria rivoluzione. Entro la fine dell’anno, il colosso del videosharing potrebbe infatti lanciare due servizi in abbonamento. L’indiscrezione, riportata dal noto portale di tecnologia The Verge, anticipa un cambiamento epocale. Grazie all’estensione della versione beta del servizio di streaming musicale Music Key, lanciato nel novembre scorso, YouTube offrirà oltre ai contenuti gratuiti anche servizi a pagamento.

Un’altra novità colossale trapelata nelle scorse ore riguarda direttamente gli utenti che sono diventati youtuber professionisti, ampliandone le oppportunità di guadagno. Il secondo servizio in abbonamento previsto per il lancio entro fine 2015 da YouTube interesserà proprio i contenuti premium. Gli utenti che vorranno avere accesso ai filmati registrati e caricati da youtuber professionisti dovranno sottoscrivere un abbonamento.

Al momento non si conosce ancora il nome di questo secondo servizio in abbonamento di YouTube ma appare scontato che i guadagni generati dalla sottoscrizione del piano andranno in parte a beneficio dei videomaker professionisti. Un’opportunità per farsi conoscere con i propri video dal grande pubblico di YouTube, che conta milioni di utenti in tutto il mondo, massimizzando i profitti.

YouTube sfida Apple Music, Spotify, Netfix, Facebook e Sky

La piattaforma, che attualmente conta un miliardo di utenti in tutto il mondo, con i due servizi in abbonamento si prepara a competere con Apple Music, Spotify, Netfix e Sky. Un’operazione commerciale non priva di rischi. YouTube ha infatti fatto del videosharing gratuito il suo punto di forza. Il passaggio ai servizi in abbonamento, anche se parziale e riferito solo ai contenuti premium, è dunque molto critico e richiederà grande cautela da parte del colosso web.

La rivoluzione, d’altra parte, era attesa da tempo, come risposta al sorpasso di Facebook che a gennaio 2015 ha superato YouTube per maggior numero di video visualizzati. La sfida è ufficialmente aperta.