L’obbligo di commentare con il proprio account Google Plus non è proprio andato giù agli utenti di YouTube. La petizione avviata su change.org ha già superato le 170 mila firme. Per la precisione, sono 177.244 nel momento in cui scriviamo.

L’autore della petizione, John Doe, ha riportato che alcune persone gli avrebbero segnalato di essere state sospese dal servizio per aver riportato link alla petizione.

L’obiettivo dei rivoluzionari è molto semplice: riportare YouTube a quello che era prima. Ossia lasciare la libertà agli utenti di commentare con il proprio nome o in maniera anonima. Da parte di Google si tratta della stessa operazione già attuata su Google Play senza per altro sollevare così tante proteste come in questo caso. L’obiettivo dichiarato era tenere lontano i troll.


[polldaddy poll=7571204]
Noi da che parte stiamo? Ci sono buoni motivi per firmare la petizione come per non farlo. Dunque:

  • pro: YouTube funzionava bene e non c’è motivo per cambiare una cosa che funziona;
  • pro: non vediamo perché dovrebbe essere obbligatorio iscriversi al social network di Google per poter commentare su YouTube;
  • contro: in fondo YouTube è gratuito ed è anche giusto che chi offre il servizio detti le regole per usarlo. Tutto sommato, un account Google ce l’abbiamo e possiamo fare lo sforzo di usarlo;
  • contro: sapere chi è che commenta i nostri video aumenta la credibilità del servizio e soprattutto dà un maggior peso ai commenti.

Voi da che parte state?