Youtube è una piattaforma per la condivisione di video che gli utenti usano sia come spazio virtuale per la collezione di contributi individuali, sia a scopo professionale, sia per fare attivismo politico.Per tutte queste persone, per chi crede nella potenza di Youtube, è interessante la diffusione di una nuova funzionalità che consente di proteggere le persone che partecipano alle attività di massa ma non vogliono che questa partecipazione danneggi la loro privacy.

In pratica Youtube sta per varare una riforma che consente agli utenti di oscurare i volti delle persone che compaiono nei filmati. Una forma di protezione che attualmente, nel nostro paese, non sembra così importante. Pensiamo però alla diffusione di questo servizio di sharing.

Per esempio immaginate gli attivisti della primavera araba, oppure gli utenti che vivono in situazioni poco democratiche, per esempio in Siria. Youtube, in queste periferie poco democratiche del mondo, diventa uno strumento di propaganda fondamentale.

Individuare un attivista tramite un video, vuol dire metterlo in grande difficoltà nei confronti del regime. A Google è stata spiegata questa situazione e il colosso di Mountain View si è dimostrato molto sensibile all’argomento.

Adesso la funzione di oscuramento si presenta come una funzione unica e molto innovativa e soprattutto facile da usare.