Da diversi anni YouTunbe ha introdotto le pubblicità all’interno dei video. Un’esigenza fondamentale affinché la piattaforma di video streaming più famosa al mondo potesse continuare ad offrire gratuitamente il suo servizio, la sua cassa di risonanza, a chiunque volesse pubblicare contenuti.

Una scelta che ovviamente non è piaciuta agli utenti, che spesso si trovano contenuti pubblicitari molto invadenti durante la visione di un video. Ma si sa: la pubblicità è il motore del commercio e non può di certo mancare su un sito popolare e visitato come YouTube. C’è però in vista un importante cambiamento di politica: YouTube ha progettato di eliminare un tipo di pubblicità molto fastidiosa, ovvero quella da 30 secondi che non può essere saltata dall’utente (come accade invece per altre inserzioni).

Al posto di queste pubblicità non “skippabili” da 30 secondi YouTube introdurrà più “mini” pubblicità da 6 secondi ciascuna. La novità non arriverà però subito, ma solo a partire dal prossimo anno come spiega un portavoce della società: “Abbiamo deciso di terminare il supporto dei banner da 30 secondi non superabili entro il prossimo 2018 e concentrarci invece sui formati che funzionano bene sia per quanto riguarda il guadagno degli inserzionisti, che l’attenzione degli utenti”

Altri formati come i banner da 20 e 15 secondi rimarranno al loro posto. Ricordiamo che esisterebbe la possibilità di utilizzare YouTube senza pubblicità tramite la sottoscrizione di un abbonamento a YouTube Red al prezzo di 9.99 dollari, ma questo servizio in Italia non è ancora disponibile.