Yahoo ha confermato le indiscrezioni che erano circolate ieri annunciando che oltre 500 milioni di account sono stati hackerati. Trattasi di un dato enormemente più grave della stima già altissima di 200 milioni fatta circolare nella giornata di ieri sera. La società ha poi specificato che il furto dei dati dei suoi utenti è stato effettuato nel tardo 2014 e che secondo loro il cracker è stato “sponsorizzato” da alcuni governi. I dati rubati includono nomi, indirizzi email, numeri di telefono, compleanni, le password e alcune domande di sicurezza con le relative risposte. Yahoo dice che non crede che le informazioni delle carte di credito o dei conti bancari siano state rubate.

Visto l’altissimo numero di account compromessi, con buona approssimazione l’attacco a Yahoo può essere considerato come uno dei più gravi di sempre. Questa grave notizia per Yahoo potrebbe portare ad altre complicazioni. Come noto, Yahoo sarà ceduta a Verizon per 4,8 miliardi di dollari ed alcuni azionisti temono che a seguito della vicenda, il prezzo dell’operazione potrebbe variare. Alcuni temono, anzi, che l’acquisizione potrebbe subire anche un momentaneo stop.

Le prime indiscrezioni di un possibile massiccio attacco cracker ai database di Yahoo risalirebbero allo scorso agosto quando il cracker “Peace” aveva messo in vendita per una cifra simbolica di 1800 dollari sul Dark Web i dati di 200 milioni di account proprio di Yahoo. Notizia sui cui però Yahoo non intervenì prontamente affermando solamente che avrebbe avviato un’indagine interna. Una reazione molto lenta che ora potrebbe costare molto cara perchè il solo suggerimento rivolto agli utenti di modificare la loro password avrebbe in questi mesi messo al sicuro moltissimi account.

Yahoo, come proteggere il proprio account

Anche se troppo tardi, gli utenti possono comunque provare a proteggere il loro account su Yahoo. La prima cosa da fare è verificare se il proprio account personale è stato colpito. Per farlo, esiste un semplice tool online che permette di verificarlo. Basta inserire il proprio indirizzo email su Yahoo ed attendere la risposta.

In ogni caso, l’esortazione è quella di modificare rapidamente non solo la password d’accesso con una nuova e sufficientemente complessa ma anche di modificare le domande di sicurezza visto che anche queste sarebbero state oggetto del furto.