Il gigante del web Yahoo è in crisi e, secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, potrebbe vendere alcune delle sue principali proprietà. Un colosso che potrebbe andare dunque smontato perdendo servizi come news, e-mail e persino la partecipazione nel sito di e-commerce Alibaba.

Una flessione che si pensava potesse venire mitigata dalla stretta del CEO Marissa Meyer, ma che invece pare ora inarrestabile. Gli stessi top manager del gruppo non sembrano avere molta via di scampo, a tal punto che molti hanno già preparato le valigie. Dunque Yahoo, grande pioniere nel settore dei motori di ricerca e che ha attraversato un periodo decisamente florido dalla nascita nel 1995 fino ai primi anni del 2000, sembra ormai giunto al capolinea.

Sempre secondo il Wall Street Journal, il consiglio di amministrazione dovrebbe cominciare oggi ad esaminare le diverse opzioni e proseguire fino a venerdì. Uno degli investimenti più gravosi e che saranno sicuramente valutati è quello in Alibaba, il quale ha un valore di 30 miliardi di dollari, pari al 15% delle azioni. Ovviamente il colosso (ormai ex) del web ha tantissimi servizi da mettere in vetrina: come l’e-mail, messenger, chat o le news.

La concorrenza di Google o di altre realtà come Bing non hanno lasciato tregua al gruppo di Sunnyvale che nella’aprile del 2015 ha avuto un crollo degli utili del 90%: 21 milioni di dollari rispetto ai 310 del 2014.