Xiaomi ha annunciato il suo nuovo phablet Android Mi Note 2. Trattasi di un prodotto che sarebbe potuto entrare in diretta concorrenza con il Galaxy Note 7 di Samsung se solo non fosse stato ritirato dal mercato. Molte, infatti, le specifiche tecniche in comune. Il nuovo Xiaomi Mi Note 2, realizzato in un elegante alluminio, dispone, infatti, di un brillante schermo da 5.7 pollici OLED QHD (1.440 x 2.560 pixel) con vetro curvo sia davanti che dietro. Cuore di questo interessante phablet Android un processore Snapdragon 821 abbinato a ben 4GB/6GB di memoria RAM. La memoria flash per archiviare applicazioni, foto, video e dati è di 64 o 128GB.

Particolarmente curato l’aspetto multimediale. Frontalmente, infatti, spicca una fotocamera da ben 22,56 megapixel con sensore Sony IMX318, stabilizzatore per i video e supporto alla registrazione 4K. Frontalmente, invece, per i selfie, spicca un’ottica con sensore da 8MP. Molto bene anche la componente audio con il supporto alla decodifica lossless a 192kHz / 24-bit. Non mancano ovviamente tutti quesi sensori e supporti oggi immancabili per un prodotto simile come il WiFi, il GPS, il Bluetooth e l’NFC. Da evidenziare che il modulo LTE supporta, in una variante, anche le frequenze internazionali e dunque il phablet Xiaomi Mi Note 2 potrà essere tranquillamente utilizzato anche in Europa.

Xiaomi Mi Note 2 dispone di una batteria da ben 4.070 mAh con supporto alla ricarica rapida. Dal punto di vista software, il phablet dispone del sistema operativo Android 6.0 Marshmallow con interfaccia MIUI 8.

Xiaomi Mi Note 2 sarà disponibile sul mercato cinese nei colori Glacier Silver e Bright Black. Tuttavia, arriverà anche in Europa non appena gli importatori potranno averlo tra le mani. Tre le declinazioni disponibili a seconda del taglio di memoria.

  • 4GB di RAM con 64GB di memoria flash: 2.799 yuan, 380 euro
  • 6GB di RAM con 128GB di memoria flash: 3.299 yuan, 450 euro
  • 6GB di RAM con 128GB di memoria flash e supporto LTE internazionale: 3.499 yuan, 475 euro