Xiaomi Mi Band 3 è una nuova smartband per il fitness che adotta un interessante display OLED touch da 0,78 pollici con risoluzione 128 x 80 pixel. La scelta di utilizzare un pannello OLED ha portato a molti benefici in termini di esperienza d’uso in quando il display risulta essere molto più leggibile a tutto vantaggio della gestione delle notifiche e dei servizi. Dal punto di vista del design, questa nuova smartband non propone nulla di particolarmente nuovo rispetto al precedente modello anche se le dimensioni sono leggermente più grandi. Xiaomi Mi Band 3 dispone di un comodo cinturino di gomma in varie colorazioni che può essere sostituito con facilità. Elemento curioso, la presenza di una sorta di pulsante frontale.

Xiaomi Mi Band 3 dialoga via Bluetooth (4.2) con gli smartphone e gestisce notifiche e chiamate perse. Come tutte le smartband per il fitness, anche questo nuovo modello è resistente all’acqua sino a 50 metri di profondità e quindi non teme corse sotto la pioggia e nuotate in piscina. Trattandosi di un prodotto per lo sport, Xiaomi Mi Band 3 dispone di moltissimi sensori che permettono di rilevare l’attività fisica. Presente, ovviamente, il sensore per rilevare il battito cardiaco e tutto quanto serve per avere un panorama a 360 gradi dell’attività sportiva effettuata.

Molto buona l’autonomia che Xiaomi promettere essere sino a 20 giorni grazie alla presenza di una batteria da 110 mAh. Disponibile anche una variante con NFC che permette di gestire alcuni servizi direttamente dallo smartband.

Xiaomi Mi Band 3 sarà disponibile dal 5 giugno a partire da 169 yuan, cioè poco più di 20 euro. Non è chiaro se arriverà anche in Italia.