Xbox One X è sicuramente una console che ha saputo catturare l’attenzione degli appassionati di gaming. Tuttavia, secondo alcuni analisti questo non basterà a far si che le vendite possano decollare. Secondo gli analisti di DFC Intelligence, entro il 2021 la nuova console dovrebbe riuscire a vendere 17 milioni di esemplari, una quantità abbastanza bassa. Secondo gli analisti il problema numero uno è il prezzo della console giudicato troppo alto.

Gli analisti, infatti, insistono sul fatto che la console sia pensata per un pubblico di nicchia che vuole contenuti di altissima qualità ma non vuole spendere su ben più costosi PC di fascia alta per giocare. Il tutto nonostante i televisori 4K inizino progressivamente a diffondersi sempre di più. Senza un monitor o una TV 4K, infatti, metà dei vantaggi della potenza della nuova console di Microsoft andrebbero vanificati.

Inoltre, per gli analisti buona parte delle esclusive sino a qui mostrate riguardano titoli indie che ben difficilmente potranno sfruttare tutte le grandi potenzialità dell’Xbox One X. Inoltre, il passaggio dal Full HD al 4K non sarebbe alla fine così rivoluzionario come quando si passò all’alta definizione.

Tuttavia molti dei giochi per la nuova console sono ancora inediti ed è possibile che nel corso del prossimo anno già arrivino molti nuovi buoni motivi per passare all’Xbox One X.

In ogni caso, quanto affermato dagli analisti va alla fine semplicemente a confermare quanto già detto da Microsoft che a suo tempo aveva dichiarato di aspettarsi più vendite dall’Xbox One S proprio perché la nuova Xbox One X è pensata per un pubblico di nicchia.