Xbox One X non porterà profitti per Microsoft. Questo curioso dato arriva direttamente dalla bocca di Phil Spencer, capo della divisione Xbox, durante un’intervista a Business Insider. Nonostante il costo non certamente contenuto della nuova console, la nuova Xbox One X non genera alcun tipo di profitto per la casa di Redmond anche se non viene venduta in perdita. Secondo Spencer, infatti, il vero business non è la console ma il mondo dei videogiochi.

Ma per vendere molti giochi è necessario anche che le console si diffondano. Dunque, l’obiettivo di Microsoft è di vendere più console possibili per guadagnare sui giochi che gli utenti acquisteranno. La casa di Redmond, infatti, percepisce una percentuale su ogni gioco venduto. L’Xbox One X è, dunque, un mezzo per il business del gaming e non uno strumento di profitto. Dichiarazioni molto interessanti che mettono in chiaro la strategia di Microsoft nel mondo dei giochi.

Si ricorda, che Xbox One X debutterà in Italia il prossimo 7 novembre al prezzo di 499 euro. I preordini non sono ancora stati aperti in quanto alla data del debutto manca ancora molto tempo. Comprese nella confezione la console, il controller, il cavo HDMI, 14 giorni di Xbox Live Gold e un mese di Xbox Game Pass.