Bill Gates ha rilasciato delle dichiarazioni che gettano delle ombre sul futuro di Xbox One, la nuova console di Microsoft che Stephen Elop avrebbe voluto tagliare – se fosse diventato il nuovo CEO: l’ex presidente e co-fondatore della società non avrebbe obiezioni, se Satya Nadella abbandonasse definitivamente il marchio al proprio destino. Non è un mistero che la divisione di Xbox sia sempre stata in perdita, a prescindere dalla popolarità fra i consumatori e l’acquisizione di Nokia può bastare per il rilancio di Windows 8.1.

Bing è una risorsa strategica, da quando Windows Phone 8.1 ha integrato Cortana, ma Xbox One può ancora essere messa in discussione. Microsoft affronta un’importante ristrutturazione societaria… e la console non è remunerativa: il futuro del gaming è nei dispositivi mobili e l’apporto di Nokia Devices and Services ha molto più senso — in questa direzione. Non significa che l’azienda possa lasciare Xbox da un giorno all’altro, però è davvero da escludere che ne sia realizzata una nuova versione. Non con la stessa formula, almeno.

Non è un caso che Microsoft s’appresti ad annunciare una versione mini di Surface, già capace d’eseguire gli stessi videogiochi disponibili per Xbox One o PC [vedi gallery]. Elop, alla guida la divisione hardware, potrebbe riuscire a ottenere quanto sostenevano i rumor: il progressivo abbandono di Xbox. Resta da vedere come saranno gestiti i servizi di Windows 8.1 per la multimedialità, perché – dai film allo streaming musicale – al momento sono tutti legati a quel brand e MixRadio è rimasta legata a Nokia che potrebbe sparire.