Xbox One S è un importante upgrade dell’attuale console Xbox One. La novità più interessante riguarda sicuramente la riduzione degli ingombri. Microsoft, infatti, ha lavorato molto per ridurre del 40% le dimensioni dell’Xbox One inserendo all’interno della console anche l’alimentatore. Per ridurre di così tanto le dimensioni, però, la casa di Redmond ha dovuto fare alcune rinunce. All’atto della presentazione, emerse immediatamente che la nuova Xbox One S non disponeva della porta per collegare il sensore Kinect. Trattasi di una particolarità che aveva fatto pensare come Microsoft volesse mettere da parte il Kinect che effettivamente non ha mai riscosso molto successo.

In realtà, l’assenza della porta per il Kinect è stata giustificata da Microsoft con la volontà di ridurre ulteriormente le dimensioni della console. In altri termini, mantenendo la porta non sarebbe stato possibile ridurre le dimensioni di così tanto. Effettivamente, tutti quelli che possiedono una console Xbox One ed un sensore Kinect sanno benissimo quanto ingombrante sia la porta di collegamento. Dunque, la scelta di Microsoft appare logica e condivisibili.

Inoltre, il Kinect potrà essere sempre utilizzato con l’Xbox One S utilizzando l’Xbox Kinect Adapter che sarà offerto gratuitamente a chi possiede già un sensore Kinect e vuole utilizzarlo con la nuova console. Le possibilità di interazione rimarranno, dunque, inalterate, fermo restando che servirà un adattatore.

Xbox One S, si ricorda, sarà disponibile al pubblico nel corso dell’estate ed offrirà anche il supporto ai 4K per i filmati e all’HDR per i giochi ed i video. La piattaforma utilizzata sarà sempre basata su Windows 10.