Il cellulare è una delle tecnologie più diffuse in questo momento. Si usa con una mano,  laddove il wireless o il bluetooth non forniscano accessori convincenti.

Con una sola mano si può digitare un numero e scrivere un messaggio. Adesso sta per arrivare sul mercato un altro accessorio “mono-mano”, la calcolatrice.La calcolatrice, fino all’avvento dei calcolatori (per usare un gioco di parole), cioè fino a quando non hanno spopolato i computer, erano molto usate.

Ancora oggi molti professionisti non abituati al PC, ne fanno un uso smodato. Ma il cellulare ha compromesso definitavamente anche la loro esperienza d’uso.

Per tutti questi motivi, appena illustrati, l’azienda giapponese Kokuyo, ha pensato d’inventare, costruire e commercializzare la prima calcolatrice che per essere usata necessita di una sola mano. Questo aggeggio potrebbe essere visto come un inutile esercizio di design, in realtà X-ViZ è un esperimento molto interessante anche per chi ha delle disabilità.

La forma è allungata e sottile, adatta ad essere accolta nel palmo di una mano.

L’impugnatura non è disagevole e i tasti si possono maneggiare anche “al buio”, senza guardare verso la tastiera.

Il display è a dieci cifre ed oltre a “dare i numeri” indica anche data ed ora.

Il prezzo stimato è di 45,90 euro.