Nelle scorse ore si è tenuto il keynote di apertura della WWDC 2016, serie di eventi Apple dedicati agli sviluppatori. Nella stessa presentazione abbiamo avuto modo di conoscere quelle che sono le novità software in arrivo nel corso dei prossimi mesi sui dispositivi della Mela.

Partiamo con OS X, che come i rumor dei giorni scorsi hanno suggerito cambierà nome in macOS e quest’anno si chiamerà macOS Sierra, maggiormente in linea con quelli che sono gli altri sistemi operativi dell’azienda di Cupertino: iOS, tvOS e watchOS. La più interessante ed importante funzionalità è certamente l’integrazione di Siri, che arriva dunque su Mac con un tasto dedicato sia nel Dock che nella barra dei menù in alto. È possibile chiedere all’assistente virtuale di compiere azioni come la visualizzazione di file con criteri molto precisi, riprodurre musica, effettuare ricerche web interattive, inviare messaggi e tanto altro ancora. Tra le altre funzionalità troviamo Continuity per proseguire le proprie attività attraverso i vari dispositivi Apple, Auto Unlock per sbloccare automaticamente il proprio Mac con un Apple Watch nelle vicinanze, e la tecnologia Picture in picture, che permette di spostare un video sul desktop con una finestra rimpicciolita mentre si eseguono altre azioni.

siri macos

Andrea Careddu

Proseguiamo poi con gli annunci della WWDC 2016, trovando la nuova versione del sistema operativo mobile per iPhone, iPad e iPod touch, iOS 10. La nuova versione dell’OS vede una grande quantità di cambiamenti che parte con un nuovo look per la schermata di blocco che presenta notifiche più ricche ed interattive tramite il 3D Touch (iPhone 6s e 6s Plus) per esempio per la risposta ai messaggi. Anche il Centro Notifiche riceve un look più elegante, con una schermata apposita sulla destra per la musica ed una per gli eventi del giorno a sinistra. Basta poi uno scorrimento dalla schermata di blocco verso destra per accedere rapidamente alla fotocamera. Siri si apre finalmente agli sviluppatori, con i comandi che possono riguardare le app di terze parti. La tastiera QuickType è ora in grado di interagire con Siri per predizioni intelligenti e contestuali nella digitazione. Apple Music riceve un nuovo design molto più semplice ed accessibile per gli utenti, ma grandi novità arrivano anche su iMessage che integra emoji più grandi e effetti speciali a schermo intero che rendono l’utilizzo dell’app estremamente intuitivo e divertente.

Troviamo anche aggiornamenti per tvOS, che consente di utilizzare iPhone come il telecomando di Apple TV, e per il software di Apple Watch, watchOS 3, che diventa qualcosa come sette volte più veloce nell’apertura delle applicazioni e consente di confrontare la propria attività fisica con quella dei propri contatti; da menzionare anche la possibilità di cambiare quadrante con un semplice swipe edge-to-edge. Tutti i nuovi software annunciati alla WWDC 2016 verranno rilasciati ufficialmente in autunno, con le beta di macOS Sierra e iOS 10 disponibili già a luglio.