È un Matt Mullenweg entusiasta, quello che scrive di libertà e free software: il creatore di WordPress ha deciso d’adattare un intervento tenuto al Life Is Beautiful di Las Vegas per sostenere l’importanza dell’open source nel percorso che ha portato la piattaforma al successo. La storia di WordPress è iniziata con B2/cafelog, un CMS (Content Management System) che forse ricordi. Il progetto fallì e Mullenweg creò un fork, chiamato WordPress, che ha portato la 3.8 a 9,2 milioni di download — poté farlo soltanto grazie alla GPL.

Mullenweg s’ispira alla filosofia di Richard Stallman – il programmatore che ideò il free software e la licenza adottata da WordPress – riassunta in quattro punti o libertà: quella d’eseguire un programma per qualsiasi scopo, di studiarne il funzionamento e cambiarlo a seconda delle proprie esigenze, ridistribuirne delle copie dell’originale o della propria versione modificata. Puoi non crederci, ma ciò non ha nulla a che vedere col denaro. Ho già cercato in passato di suggerirti delle strategie per guadagnare con l’open source.

Il bello è che quella di Mullenweg non è ipocrisia: WordPress.com guadagna milioni, però tu puoi ancora scaricare il CMS e installarlo sul tuo sito. Potrai sempre farlo, perché è stata creata una fondazione ad hoc che ne detiene i diritti e ne tutela la licenza. Finalmente, anche la pubblica amministrazione italiana ha capito l’importanza dell’open source e lo preferisce alle soluzioni proprietarie nell’Agenda Digitale. Oggi, secondo me il tuo account su GitHub ha ottenuto molta più importanza del tuo curriculum vitae. Pensaci.

Photo Credit: Silicon Prairie News via Photo Pin (CC)