Il colosso informatico di Redmond si è reso conto che sta perdendo colpi rispetto alla concorrenza e per questo ha deciso di lanciare una sfida diretta alla Apple annunciando la prossima uscita del sistema Woodstock.

Il settore musicale di Redmond ha deciso di rinfrescare l’aria cambiando musica. Il passaggio verso lidi migliori sarà a bordo di un ricordo, quello della mitica Woodstock. Dall’evento musicale prende il nome il prodotto che andrà a sostituire Zune.

Zune, dunque, legato al passato di Microsoft, va in pensione, dopo aver conquistato un’ottima reputazione tra i sistemi più stabili per la gestione del Windows Phone. Si passerà dunque a Woodstock, un prodotto che dovrebbe essere presentato già a giugno durante l’Electronic Entertainment Expo di Los Angeles.

Woodstock dovrebbe configurarsi come un servizio fondamentale su Xbox e dovrebbe consolidare il rapporto di Redmond con Facebook. In pratica sarà una piattaforma per l’ascolto e la distribuzione gratuita di musica.

Un po’  come Spotify – che non è disponibile per gli utenti italiani – ma con alcuni altri elementi mutuati da iTunes. Ecco che emerge la volontà di individuare in Apple l’avversario privilegiato.

Attraverso il cloud, poi, sarà possibile sincronizzare l’archivio musicale personale su qualsiasi dispositivo collegato. Ma per vedere in pratica tutto questo occorrerà aspettare l’autunno prossimo e probabilmente anche il lancio di Windows 8.