Il co-fondatore di Skype Janus Friis ha rilasciato una nuova applicazione per la comunicazione che si chiama Wire, ideata per proporre uno strumento moderno, solido e sicuro per comunicare. È già disponibile per il download gratuito sui sistemi iOS, Android e OS X.

Caratterizzata da un’interfaccia molto ordinata e navigabile, l’app potrebbe conquistare il pubblico mobile. L’idea Wire parte da un concetto semplice: Skype è una delle migliori applicazioni di comunicazione al mondo ma è anche basata su una tecnologia datata. Non di rado si accusano infatti rallentamenti, problemi con la qualità delle chiamate e delle videochiamate, problemi di connessione, di sincronizzazione e altro ancora, che creano un’esperienza frustrante per gli utenti.

Con Wire, il co-fondatore di Skype ci riprova dunque proponendo uno strumento attuale, dotato di miglioramenti interni che gli utenti meno esperti potrebbero non notare, ma molto importanti. Alcune delle migliorie introdotte riguardano infatti, ad esempio, il modo in cui vengono processati i contenuti multimediali, della tecnologia audio, della compressione e via dicendo.

Friis ha dichiarato: «Skype è stato lanciato più di un decennio fa. Da allora è cambiato molto -tutti siamo abituati a fare chiamate e messaggiare e abbiamo cominciato a portare in tasca i nostri computer. È tempo di creare il migliore strumento per la comunicazione possibile, così bello quanto utile». A ogni modo, Wire non rappresenta il primo tentativo di rivisitare il settore delle comunicazioni al tempo dei device mobile: ci ha infatti anche provato Microsoft stessa (che ha acquisito Skype) con Qik, una nuova app lanciata di recente.