Microsoft, qualche mese fa, ha annunciato l’abbandono del più longevo sistema operativo moderno di sempre. Windows XP continua, però, ad essere ancora in attività su più di un quarto dei computer in tutto il mondo. I dati di Net Application, pur registrando una leggera flessione, parlano chiaro: Windows 7 in testa, Windows XP sul secondo gradino del podio e Windows 8 e 8.1 in terza posizione.

Windows XP è uno dei sistemi operativi, di Microsoft, più longevi di sempre. Rilasciato il 25 ottobre 2001, ancora oggi occupa la parte alta della classifica e la stessa Microsoft ha deciso di abbandonare il supporto a partire dallo scorso 8 aprile. Tuttavia, alcune aziende hanno avuto la possibilità di acquistare aggiornamenti di sicurezza per Windows Embedded Industry, fino al 2019.

L’abbandono di Windows XP risulta essere estremamente lento, dal momento che oggi detiene ancora il 23.89% del mercato, rispetto al 24.82% di luglio e il 29.53% di marzo. Con molta probabilità potrebbero volerci un paio di anni per vedere questo sistema operativo raggiungere una quota inferiore al 10%. La maggior parte dei pc in cui XP è installato è quello di privati, mentre sui computer aziendali la quota è inferiore al 10%.

Il principale problema di Windows XP riguarda l’assenza di aggiornamenti di sicurezza, che può esporre gli utenti a rischio di attacchi hacker. Allo stesso tempo, Microsoft ha incentivato il passaggio ad una nuova versione più sicura e il lancio di Windows 9 potrebbe essere l’arma fondamentale per motivare ulteriormente ad effettuare l’upgrade.

photo credit: bolg via photopin cc