Il 29 ottobre 2012 Microsoft ha presentato la nuova versione di Windows Phone. Simile alla precedente, ha in realtà un cuore condiviso con quello di Windows 8 per desktop e tablet.

Perché dovrei scegliere uno smartphone Windows Phone quanto tutti scelgono iPhone o Android? Come prima cosa, per avere qualcosa di differente. Un sistema fluido, reattivo e stabile, come solo iOS è, ma proposto da varie aziende e quindi adatto a diverse fasce d’utenza, come solo Android sa fare.

Chi cerca qualcosa di nuovo lo troverà sicuramente in Windows Phone: le interfacce sono incentrate sulla semplicità, colori pastello e nessun gradiente. La home screen è personalizzabile e animata: questa caratteristica è stata più volte sottolineata da Microsoft come lo smartphone costruito intorno alla persona. Ed è vero. Si può personalizzare non solo la posizione e la presenza nella home ma anche la grandezza dell’icona (chiamata tile): per esempio, per il calendario io lo uso con la massima grandezza cosi da leggere direttamente gli eventi, per gli sms invece metto la minima visto che mi interessa solo il numero. Per il meteo va bene la media che rapidamente mostra le previsioni di oggi.

L’usabilità. L’interfaccia semplice e animata è molto simile a quella di Windows 8 per desktop e tablet. Questo mi dà il vantaggio di adattarmi subito tra i vari dispositivi. Skydrive, presente nativamente sia su Windows Phone che su Windows 8 mi permette di condividere e scambiare file facilmente attraverso il cloud. La suite Microsoft Office per creare e leggere file Office è integrata nel sistema, insieme a Skydrive. Avete figli e vi preoccupi quando vi chiedono lo smartphone? Con Kid’s Corner non dovrete più farlo perché sarete voi a scegliere quali programmi potranno usare in una sezione solo per loro. Avendo lo stesso cuore, Windows Phone, Windows e XboX avranno molti giochi in comune grazie a XboX Live. Inoltre Nokia Maps è un navigatore turn by turn gratuito e il sistema integra un riconoscitore musicale e lettore di codici a barreQR, così non c’è più bisogno di app come Shazam o lettori di codici.

Windows Phone però ha anche dei difetti. Non c’è ancora un centro di notifiche completo. Chiaramente sms e chiamate sono tracciate, ma le varie notifiche delle app di terze parti, se non hanno la loro tile animata, vengono perse. Il numero delle app è inferiore a quelle dei concorrenti e a volte meno curate. Questo può anche non essere un problema in quanto dipende dall’utilizzo che molto spesso si riduce ai social e a Internet. Però possiamo dire che, sebbene Windows Phone integri in maniera nativa i social, le app ufficiali di Twitter e Facebook sono leggermente inferiori rispetto alla concorrenza. Google Plus non ha ancora la sua app poi. Microsoft ha però confermato che ci saranno a brevissimo 46 app delle 50 migliori sulle altre piattaforme.

Se avete bisogno di app specifiche e non sono presenti nello store, lasciate perdere Windows Phone, per il momento. Altrimenti è trovare una piacevole e valida alternativa.

Segui Gabriele Pannacci su Twitter.