Oggi, Microsoft lancerà ufficialmente la Technical Preview di Windows 9 – nome in codice Threshold – con una conferenza stampa dedicata, già in programma da settimane. Ieri è stato rintracciata una pagina sul sito ufficiale della società che riportava la definizione Windows TH, richiamando l’anteprima dell’aggiornamento, subito cancellata dagli amministratori di Redmond: cosa dobbiamo aspettarci da questo update? Sembrano essere state confermate tutte le indiscrezioni raccolte negli ultimi mesi, che riguardano i professionisti.

La grande novità di Windows 9, a prescindere dalle nuove funzionalità del sistema operativo, è nella procedura d’aggiornamento. Microsoft avrebbe rimosso la necessità di riavviare ripetutamente il computer e realizzato un’infrastruttura in grado di scaricare continuamente gli update in background, senza intralciare il lavoro dell’utente: un sistema di telemetria – chiamato Asimov e usato per lo sviluppo di Xbox – informerà Redmond in tempo reale sull’utilizzo della macchina per una migliore e tempestiva risoluzione dei problemi.

Ancora più interessante, per l’utente comune, il ritorno definitivo del menù Start che arricchirà quel pulsante eliminato da Windows 8 e reintrodotto con Windows 8.1. Arriveranno anche i desktop virtuali, mutuati dai sistemi operativi UNIX-like, per una maggiore integrazione fra l’interfaccia Modern e il desktop tradizionale. Tutta da scoprire la strategia che riguarda l’installazione di Threshold su tablet e smartphone con Windows 8.1, oltre a Xbox, secondo i piani di Microsoft per un’unica piattaforma universale più omogenea.

Photo Credit: Ambassador Base via Photopin (CC)