Alla fine Microsoft si è decisa a copiare Google. Un cambiamento di rotta era nell’aria e qualcosa di nuovo si era già percepito con le metodologie di sviluppo già sperimentate per Windows 8 e Internet Explorer 10. Dunque ora Microsoft diventa “amica” degli hacker: per chi riesce a violare il nuovo Windows 8.1 o la nuova versione del browser Internet Explorer 11 Redmond assegnerà fino a 100 mila dollari.

Si tratta sostanzialmente di tre tipi di premi:

  • 100.000 dollari per chi segnalerà vulnerabilità ed exploit del nuovo Windows 8.1;
  • 50.000 dollari per chi proporrà un metodo per difendersi un determinato tipo di attacco;
  • 11.000 dollari per chi troverà vulnerabilità critiche in IE 11.

Perché dico che Microsoft ha copiato da Google? Semplice. Google da tempo offre svariate somme di denaro agli hacker in grado di bucare Chrome, che così è divenuto praticamente il browser più sicuro, a parte le varie vulnerabilità di Flash e Java che però riguardano componenti del browser.

Se volete provare a guadagnarvi una ricompensa per aver bucato Microsoft, consultate la pagina dedicata per avere tutte le informazioni che vi servono.