Sarebbe dovuto essere un formato per i dispositivi mobili e, invece, Ad Pano è orientato alle applicazioni di Windows 8: sarà disponibile con desktop, tablet e ibridi. Sì, ma cos’è? Essenzialmente, un’infrastruttura che permette agli sviluppatori d’inserire della pubblicità nelle app. Incluse quelle predefinite del sistema operativo, come dimostra la partnership con Toyota su Bing Sports. La stampa internazionale ha subito paragonato la soluzione a iAd che, però, io non conosco a sufficienza. Preferisco concentrarmi su Ad Pano.

Microsoft è particolarmente soddisfatta dei tile di Windows 8, ovvero delle “piastrelle” che mostrano gli aggiornamenti dalle applicazioni sulla nuova interfaccia del sistema operativo. Ad Pano permette ai pubblicitari d’inserire dei banner interattivi a fianco dei tile o nelle app, aumentando l’invasività delle inserzioni: può essere un grande incentivo a sviluppare dei programmi per Windows 8, ma agli utenti non farà molto piacere. Già i produttori aggiungono dei fastidiosi crapware, figuriamoci mostrare i banner pubblicitari.

Perché inserire la pubblicità su Windows 8, se gli utenti non hanno dimostrato d’apprezzare la piattaforma? Potrebbe rivelarsi controproducente, secondo me, soprattutto perché le app sul desktop sono una nuova introduzione e pressoché esclusiva di Windows 8. Mac OS X è ancora un sistema operativo tradizionale, mentre Google e Facebook monopolizzano i guadagni sul mobile. Capisco che Microsoft debba monetizzare, ma escludo che gli utenti possano gradire una soluzione del genere. Ho qualche dubbio pure riguardo agli sviluppatori.

Photo Credit: Gordon Chumway via Photo Pin (CC)