E’ già da un po’, da settembre per la precisione che Microsoft ha annunciato la prossima venuta di Windows 8, disponibile per tutti a partire dalla prossima primavera. Qualcuno però ha potuto sbirciare già le funzionalità avanzate dell’ultimo sistema operativa di Redmond. La prima versione di Windows 8 è stata fornita agli sviluppatori che dovendo pensare ai programmi, trovano vantaggioso sapere in che direzione si evolvono i sistemi operativi.

Sono state immediatamente evidenziate le novità rispetto al passato: un sistema grafico, chiamato Metro, che va a sostituire le icone dei file e dei programmi mettendo in evidenza i contenuti piuttosto che i software.

Poi la novità nel sistema di gestione delle finestre. Ma per darci un taglio con il passato, adesso, era necessario anche lavorare sul logo del sistema operativo.

E’ stata così abbandonata la quadricromia rosso, verde, blu e giallo che faceva parte del tradizionale logo Windows. La Pentagram, lo studio di design che si occupa dell’immagine dell’azienda di Redmond, ha pensato di collaborare con gli sviluppatori di Metro per capire i valori che ispirano Windows.

E proprio dal nome sono ripartiti, accantonando la classica bandierina a favore del nome, quello originale. Un ritorno alle origini dove il name è fondamentale ma invece del classico nero s’insiste su una tonalità di blu.