Siate o meno degli estimatori di Minority Report, il film diretto da Steven Spielberg che s’ispira all’omonimo libro di Philip K. Dick del 2002, la tecnologia concepita dalla norvegese Elliptic Labs per Windows 8 dovrebbe impressionarvi. Quest’ultima, infatti, è riuscita a riprodurre le gestualità descritte nel racconto fantascientifico e ad applicarle al sistema operativo di Microsoft: la nuova interfaccia grafica è controllabile senza toccare il mouse, il touchpad o lo schermo. Non serve neppure utilizzare Kinect for Windows.

La disponibilità di Kinect, il dispositivo per registrare i movimenti e trasmetterli alle applicazioni di Xbox 360, ha stimolato la fantasia degli sviluppatori: alcuni hanno effettuato il reverse engineering dei driver, altri adeguato il meccanismo alle webcam più tradizionali. Gesture Suite di Elliptic Labs adotta una strategia diversa perché le stesse gestualità sono acquisite con un device a ultrasuoni. È un nuovo sistema di microfoni che percepisce le onde ultrasonore generate dallo spostamento d’aria della mano dell’utente.

Rispetto ad altre soluzioni equivalenti, Gesture Suite permette un apprezzabile risparmio energetico: è il motivo principale della scelta degli ultrasuoni al posto della webcam. Elliptic Labs vorrebbe distribuire la tecnologia ai produttori di computer entro il prossimo anno perché gli utenti non siano costretti ad acquistare un controller separato. Questo dispositivo potrebbe essere adottato in un secondo momento da smartphone e tablet, sempre che il sistema abbia successo. Minority Report non sembra più soltanto fantascienza.

Haakon Bryhni ha pubblicato un filmato sul funzionamento di Gesture Suite che è indubbiamente più efficace della descrizione testuale. Il sistema realizzato da Elliptic Labs intriga, ma ha davvero una qualche utilità pratica? Non sarebbe sufficiente il multi-touch, almeno coi dispositivi portatili? È difficile dare una risposta esaustiva: questa soluzione ha tuttora dei margini di miglioramento e potrebbe essere impiegata nelle tecnologie assistive permettendo agli individui affetti da disabilità fisiche d’accedere al computer.

Tuttavia, Microsoft ha realizzato una variante di Kinect per i computer con Windows ed è in distribuzione una nuova gamma di device che sfruttano appieno le gestualità previste da 8. E, ancora, dei programmatori di Linux hanno dimostrato la possibilità d’ottenere subito il medesimo effetto con le webcam di fascia medio-bassa: gli utenti di Ubuntu potrebbero già usufruirne. All’appello mancherebbe giusto Mac OS X, se non fossi abbastanza sicuro che alcuni sviluppatori indipendenti abbiano realizzato qualcosa di simile in passato.

Quello di Elliptic Labs, dunque, è un sistema inutile? Affatto, ma personalmente ritengo che sia arrivato troppo tardi. Riguardo alle tecnologie assistive, per esempio, una soluzione innovativa è costituita dall’eye tracking: il tracciamento dei movimenti oculari acquisito da webcam o fotocamere integrate su smartphone e tablet garantisce un controllo paragonabile a Gesture Suite, senza nemmeno muovere le mani. Questo meccanismo permetterà anche a quanti avessero gli arti paralizzati d’utilizzare i computer o altri dispositivi.