Windows 8.1 with Bing esiste ed è davvero gratis, ma soltanto per i produttori: la SKU (Stock Keeping Unit) non sarà disponibile al download perché riservata ai nuovi dispositivi – soprattutto dei tablet – che saranno presentati al Computex 2014 di Taipei. Una mossa, quella di Microsoft, che vuole spingere la vendita dei computer col sistema operativo preinstallato. Questa variante gratuita è del tutto identica allo Update 1, però imposta Bing come motore di ricerca predefinito su Internet Explorer 11. Avrà problemi, in Europa?

No, perché gli utenti saranno sempre in grado di cambiare le preferenze del browser e di sostituire Internet Explorer 11. L’imposizione riguarda giusto gli OEM (Original Equipment Manufacturer), costretti a mantenere Bing come la scelta predefinita: un segnale dell’importanza acquisita dal motore di ricerca nella strategia globale di Microsoft. L’offerta sui tablet è completata dalla disponibilità di Office 2013 oppure di un anno d’abbonamento gratuito a Office 365 — che molti nuovi acquirenti potrebbero convincersi a rinnovare.

Non è proprio ciò che gli utenti s’aspettavano, a dirla tutta: Windows 8.1 continua a essere gratis in aggiornamento da Windows 8 ed è venduto a partire da 119€ su Microsoft Store. La nuova proposta con Bing, tuttavia, riduce il prezzo dei nuovi dispositivi di fascia medio-bassa — nulla a che vedere col nuovo Surface Pro 3, ad alte prestazioni. Aumenteranno gli acquisti di tablet e computer col sistema operativo? È probabile, però dipenderà dalle app e dai programmi disponibili se l’intenzione è quella di competere con Android.