È uscito un primo aggiornamento per Windows 8.1 Preview – che, purtroppo, non è ancora disponibile in italiano – e sembra che Microsoft abbia cambiato politica sulle applicazioni di terze parti: ad esempio, Foto ha escluso la condivisione integrata su Flickr e Facebook per favorire l’installazione delle app ufficiali. La “crescita” di Windows Store, che ha superato la soglia delle centomila applicazioni in appena sette mesi, ha permesso a Microsoft d’incoraggiare gli utenti a optare per le app disponibili sul sistema operativo.

Nello specifico, Foto ha acquisito delle nuove funzionalità che ammettono la modifica on-the-fly delle immagini… ma non prevede più la condivisione degli scatti sui social network: sappiamo che, dopo il percorso inaugurato su Windows Phone 8, Microsoft collabora con Facebook alla realizzazione della app per Windows 8 e Flickr ha pubblicato la propria. Installandole, Foto recupera la feature esclusa dall’aggiornamento di Windows 8.1 Preview e torna a condividere le fotografie su entrambi. È una scelta appropriata? Secondo me, sì.

L’ecosistema di Microsoft è tradizionalmente orientato alla collaborazione coi partner. Windows 8 ha dovuto promuovere molte più app integrate, perché gli non tutti gli sviluppatori l’hanno accolto con entusiasmo: caldeggiare l’installazione delle applicazioni ufficiali disponibili su Windows Store razionalizza la gestione dei social network, evitando una sovrapposizione di feature. Apple ha un atteggiamento diverso, preferendo integrare la maggioranza delle funzioni – inclusi Facebook e Flickr – a livello di sistema operativo.