Il tempo vola, e siamo già arrivati ad un terzo di un 2015 che sembra iniziato ieri. Mentre gli utenti sono ancora in attesa della versione consumer di Windows 10 - la cui uscita dovrebbe avvenire salvo problemi nell’imminente estate in 190 paesi compresa l’Italia – si inizia già a parlare di ciò che sarà del sistema operativo Microsoft nel 2016. Stando infatti a quanto riportato dal sito specializzato in notizie Windows, Neowin, l’azienda starebbe programmando due maggiori update per l’OS, uno nell’estate ed uno nell’autunno del prossimo anno.

Il nome in codice di Windows 8.1 era Blue, mentre quello di Windows 10 è Treshold; il codename utilizzato invece il prossimo anno sarà, secondo quanto riportato da Neowin, Redstone. I nuovi update saranno progettati in prevalenza per nuovi hardware e dispositivi su cui sarà presente il sistema operativo Windows, e includeranno molto probabilmente Xbox, Surface Hub, smartphone, HoloLens e Microsoft Band, a cui si dovranno aggiungere i dispositivi che usciranno nel frattempo.

Attualmente, come riporta  anche The Verge, Microsoft si sta impegnando con costanza nella distribuzione di update mensili per le Technical Preview di Windows 10, e nel frattempo, oltre a questi, stanno lentamente venendo svelate, anche se spesso da canali non ufficiali, le app che caratterizzeranno il sistema operativo che arriverà come già accennato in estate – qualche giorno fa per esempio sono state mostrate Calendar e Mail come dovrebbero presentarsi nella prossima Build 10051. Da evidenziare anche che con il piano Windows as a service, tutto ciò non terminerà con l’uscita della versione consumer di Windows 10, ma anzi, componenti non fondamentali per il sistema operativo (come proprio le applicazioni) dovrebbero continuare ad essere aggiornate con regolarità anche in seguito, per poter garantire un’esperienza d’uso sempre in evoluzione e tendente al continuo miglioramento.

Windows è stata in grado con Windows 10 Treshold di avvicinare molto i suoi ecosistemi PC e mobile, creando e soprattutto volendo creare una sinergia tra gli stessi, per cui le applicazioni verranno aggiornate su computer con la stessa logica con cui vengono aggiornate su smartphone, ovvero tramite update che passeranno dallo Store. Nonostante tutto però sarà con ogni probabilità necessario attendere anche a lungo prima di conoscere i contenuti concreti dei due update di Redstone del 2016, dato che il tempo mancante è ancora parecchio.