Windows 10 ha dato uno svolta al mondo di concepire un sistema operativo dando una brusca accelerata all’evoluzione. Nulla sarà, infatti come prima e l’esperienza d’uso di PC, tablet e smartphone sarà completamente diversa. In precedenza, tutti i sitemi operativi Windows erano chiusi e costringevano gli utenti e gli sviluppatori a doversi adattare. Satya Nadella, il terzo CEO di Microsoft, ha voluto dare uno svolta e sradicare completamente questo modo di agire della società.

Windows 10 mette, infatti, al centro la persona offrendo una serie di tecnologie atte a garantire a tutti quanti un’esperienza d’uso completa ed appagante indipendentemente dalla piattaforma utilizzata.

Per raggiungere questo obiettivo, la casa di Redmond ha progettato una piattaforma flessibile e costantemente “work in progress“, cioè pensata per adattarsi continuamente a tutte le innovazioni che arriveranno nel prossimo futuro. Gli utenti che disporranno di un dispositivo Windows 10, indipendentemente di tratti di un PC, un tablet o uno smartphone, nei limiti del loro hardware, nei prossimi anni potranno sempre disporre gratuitamente di tutte le novità ed innovazioni che Microsoft deciderà di portare.

In altri termini, gli utenti disporranno di un dispositivo che nel giro di pochi mesi potrà cambiare sensibilmente e che rimarrà sempre “giovane” anche nel corso degli anni. Sembrano davvero lontani i tempi i cui i PC non potevano essere più aggiornati anche solo dopo pochi mesi dal loro acquisto.

Ma Windows 10 non è solo un sistema operativo è anche la somma di una serie di servizi e soluzioni pensate per agevolare la vita degli utenti. Cortana, per esempio, il noto assistente virtuale di Microsoft è stato pensato per aiutare l’utente in molte situazioni d’uso ricordando appuntamenti, collaborando nella stesura di alcuni documenti proprio come un brano segretario personale. E in futuro Cortana permetterà con l’ausilio della voce di poter effettuare molte più operazioni rendendo l’interazione con il sistema operativo molto più smart.

La sicurezza è un elemento imprescindibile su tutti i dispositivi e Microsoft, proprio per questo, ha ideato Windows Hello, un sistema di riconoscimento biometrico che permetterà di sbloccare un dispositivo Windows 10 con l’ausilio dell’iride o delle impronte digitali.

Trattasi di due semplici ma importanti esempi che spiegano come Windows 10 introduca un modo diverso di utilizzare un prodotto. Un percorso di innovazione che è comunque appena iniziato e che porterà nei prossimi anni a rivedere completamente il modo in cui si intendono e si utilizzano PC, smartphone e tablet.

Microsoft ed il suo CEO Satya Nadella con Windows 10 ed il suo ecosistema di servizi hanno voluto offrire agli utenti un pezzettino di quel futuro in cui le persone saranno al centro della tecnologia che lavorerà per offrire un’esperienza di vita migliore.

#dilloalfuturo

#dilloalfuturo è l’hashtag che accompagnerà gli utenti verso l’evento Microsoft Future Decoded di Roma del prossimo 12 novembre. Ogni messaggio caricato sui social network con l’hashtag #dilloalfuturo sarà un messaggio che sarà portato direttamente in casa Microsoft, trasformandolo in un piccolo tassello di futuro. La community è parte attiva e Nadella è a Roma per ascoltare: #dilloalfuturo è il canale diretto a disposizione di tutti.