Microsoft lancerà Windows 10 il 29 luglio. Trattasi di un appuntamento molto importante perché a partire da quella data la casa di Redmond intende voltare decisamente pagina offrendo un prodotto completamente diverso ai suoi clienti: una piattaforma flessibile, unica, plasmata sulle necessità degli utenti e che possa essere un unico baricentro per tutti i prodotti Microsoft indipendentemente che siano PC, Smartphone, tablet o console.

Windows 10 sarà, infatti, un unico sistema operativo per più piattaforme, saprà, cioè, adattarsi a tutte i prodotti sui cui sarà installato. In questo modo gli utenti potranno contare sempre sul medesimo ecosistema di servizi ed applicazioni e “sentirsi sempre a casa”. Inoltre, Windows 10 sarà l’ultimo Windows in quanto Microsoft non rilascerà più nuove major release del suo sistema operativo ma tanti piccoli aggiornamenti che costantemente porteranno nuove funzionalità e servizi.

Windows 10: upgrade gratuito per il primo anno

Microsoft intende spingere fortemente sulla diffusione di Windows 10 e proprio per questo sarà offerto sotto forma di upgrade gratuito per tutti coloro che sono oggi in possesso di un PC Windows 7, Windows 8 e Windows 8.1. Aggiornare, dunque, non costerà nulla ma solo per il primo anno, poi i clienti dovranno mettere mano al loro portafogli. Tutti coloro che oggi possiedono, invece, un PC Windows XP o Windows Vista dovranno per forza acquistare una licenza OEM ed effettuare un’installazione pulita sul PC.

Windows 10: le principali novità

Microsoft ha plasmato Windows 10 sulle necessità degli utenti mettendoli al centro. Sono dunque moltissime le novità che il nuovo sistema operativo porterà con se a partire dal 29 luglio. Innanzitutto, Windows 10 prende il meglio di Windows 7 e di Windows 8 e li fonde assieme. Il risultato è un un nuovo Start Menu in cui non è più presente il classico elenco delle app del PC ma le Tile, anche Live, delle app. Sostanzialmente, Microsoft ha unito il classico Menu Start di Windows 7 integrando le Tile che caratterizzano l’interfaccia di Windows 8.

Windows 10 potrà essere gestito anche con la voce perché Microsoft ha integrato Cortana, il noto assistente vocale già presente sugli smartphone Windows Phone. Gli utenti potranno, dunque, effettuare alcune operazioni semplicemente pronunciando un particolare comando.

Microsoft, in Windows 10 ha voluto pensionare il browser Internet Explorer. Al suo posto arriverà Edge, un browser moderno, pensato per essere flessibile e per adattarsi a tutti i nuovi standard sul Web. Già oggi molto più performante del vecchio browser, Edge disporrà in futuro anche di estensioni che ne amplieranno le funzionalità.

Windows 10 porterà con se tante altre novità come i task view ed i desktop virtuali che permettono di creare tanti desktop virtuali all’interno dei quali gestire più applicazioni in parallelo. Continuum è, invece, una funzionalità che permette di modificare automaticamente il layout dell’interfaccia quando si passa dalla modalità PC a quella tablet. Presente anche un comodo centro notifiche che come sugli smartphone mostrerà notifiche di tutte le attività del PC.

Windows 10 introduce anche un nuovo Windows Store in cui saranno distribuite anche le nuove applicazioni universali in grado, cioè, di adattarsi su tutti i dispositivi in cui Windows 10 sarà presente.

Per gli appassionati dei giochi, Windows 10 introduce l’app Xbox con cui dialogare con la console Xbox One. Grazie a quest’applicazione ed alla console, gli utenti potranno giocare sul PC in streaming ai titoli Xbox One.